1 – Ponti e Lungarni

Non è per fare campanilismo, ma nell’inverno del 1827 quando Giacomo Leopardi ebbe l’occasione di soggiornare a Pisa, in una lettera alla sorella Paolina si espresse così:

L’aspetto di Pisa mi piace assai più di quel di Firenze: questo lung’Arno è uno spettacolo così bello, così ampio, così magnifico, così gaio, così ridente che innamora: non ho veduto niente di simile né a Firenze né a Milano né a Roma: e veramente non so se in tutta l’Europa si trovino molte vedute di questa sorta. Vi si passeggia poi nell’inverno con gran piacere, perché v’è quasi sempre un’aria di primavera: sicché in certe ore del giorno quella contrada è piena di mondo, piena di carrozze e di pedoni: vi si sentono parlare dieci o venti lingue, vi brilla un sole bellissimo tra le dorature dei caffè, nelle botteghe piene di galanterie, e nelle invetriate di palazzi e delle case, tutte di bella architettura.

Il palazzo dove visse Giacomo esiste ancora, ed è commemorato da una targa apposta sulla facciata, in via della Faggiola.

Subscribe to Our Newsletter

Contacts

Photoconsortium, International Consortium for Photographic Heritage

Via della Bonifica 69, 56037 Peccioli, Pisa, Italy

info@photoconsortium.net

 

All the photographs in this website are licensed under Creative Commons.

Credits Page